Politica Ultime Notizie 

Bilancio, Lucchetti e Silvestrini: “La giunta più incoerente degli ultimi trent’anni”

Dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2017 avvenuta durante il Consiglio comunale del 7 Marzo 2017, intervengono i Consiglieri PD Lucchetti e Silvestrini, denunciando una palese incoerenza dell’esecutivo targato Barbieri e Diotallevi, distante anni luce dalle promesse fatte in campagna elettorale e dalle posizioni assunte quando erano entrambi in minoranza.
”Possiamo comprendere – Lucchetti e Silvestrini sbalorditi di tanta faccia tosta – che gli allora consiglieri di minoranza Barbieri e Diotallevi, per raccogliere consenso e voti, abbiano sempre osteggiato e votato contro le delibere della giunta precedente, ma che adesso arrivati ad amministrare, propongano le stesse cose che loro stessi hanno fortemente osteggiato è qualcosa di eclatante”. Anche in questo bilancio hanno proposto un copia incolla del bilancio passato, “e non vi è traccia di tutte le promesse descritte accuratamente nel voluminoso programma elettorale inviato a tutte le famiglie. Praticamente il libro dei sogni si è tramutato in un opaco déjà-vu che lascia l’amaro in bocca a coloro che li hanno sostenuti e si aspettavano qualcosa di nuovo”. Probabilmente pensavano di non trovare più le spese relative al segretario del sindaco “in quanto – continuano i due della lista Unica – PD – su molteplici articoli (tutti consultabili e postabili sui social) l’allora leader di minoranza Barbieri aveva chiesto a gran voce di individuare la figura del segretario del sindaco tra i dipendenti già assunti (parole di Barbieri comparse sulla stampa: auspicavo la possibilità di un incarico ad un dipendente interno per ridurre i costi e liberare risorse). Come mai si chiedono i cittadini, il giorno dopo aver assunto la carica di sindaco, ha fatto assumere un esterno come suo segretario? Ma non era lui che chiedeva di scegliere il segretario tra i dipendenti interni?”.
A dire la verità un cambiamento nel bilancio c’è stato “e per correttezza non vogliamo negarlo, il capitolo 1335 che riguarda l’indennità degli amministratori: è passato da 80.359 a 107.835 euro annui con un aggravio dei costi pari a 27.476 euro in più all’anno. Ma non si era detto che si doveva ridurre il costo della politica? Non si doveva spendere di meno per liberare più risorse per il territorio?” Lasciamo a cittadini le considerazioni del caso.
Comunque anche noi, visto questo aumento ingiustificato e soprattutto inatteso abbiamo deciso di redimere un po’ la maggioranza proponendo più o meno lo stesso emendamento già proposto da Barbieri e Diotallevi nel bilancio 2013. In sintesi questo emendamento chiedeva di ridurre il capitolo 1335 (indennità degli amministratori) del 20% e con il risparmio raccolto aumentare le verifiche sismiche sugli edifici pubblici tra cui le scuole. “Noi pensavamo che un emendamento già proposto da chi ora guida la giunta, fosse accolto a braccia aperte; invece in sintesi la risposta è stata la seguente: adesso comandiamo noi e il nostro stipendio non si tocca”. Da qui una palese conferma “che questo esecutivo – escludendo per correttezza i componenti della giunta alla prima esperienza – è il più incoerente degli ultimi trent’anni” concludono Lucchetti e Silvestrini.

Lucchetti Massimiliano Silvestrini Mario
Lista Unica  Mondolfo

Related posts

Leave a Comment