Sport Ultime Notizie 

Maroso Calcio, una stagione perfetta e si pensa già alla prossima: l’intervista

La stagione della Maroso Mondolfo si è conclusa alla grande, con la conquista di due titoli: primi nel girone e campioni provinciali di terza categoria. Una squadra che festeggia alla grande in questa estate, con uno sguardo già puntato verso il prossimo anno. Abbiamo intervistato Giovanni Scattolini, per avere un suo commento su com’è andata e su cosa si aspettano il Mister e i ragazzi per la prossima stagione.

Obiettivo promozione raggiunto: a inizio stagione vi aspettavate un traguardo così importante?

A inizio stagione ci aspettavamo di arrivare dove siamo arrivati oggi, perché eravamo talmente sconfitti nell’animo, delusi dal risultato della stagione precedente, che ci aveva visto perdere alla finale dei playoff, dopo essere stati primi fino all’ultima giornata di campionato, da voler raggiungere questo obiettivo. Questa rabbia, queste ferite, questa frustrazione ci hanno dato la scossa, la forza, l’energia e anche la pazzia per fare delle scelte che avevano come unico scopo di ripresentarci come favorita del campionato e cercare di vincere. Poi il campo è sempre quello che effettivamente poi conferma le aspettative. E quest’anno ci ha dato ragione. A inizio anno, ovviamente, cambiando mister e cercando di mantenere il più possibile i giocatori dell’annata precedente (anche se non tutti), le aspettative c’erano, ma non era così scontato. È stato un campionato combattuto: fino all’ultima giornata le altre squadre si son battute per i playoff. Noi lo abbiamo vinto con quattro giornate di anticipo ed è stata una gioia immensa, perché possiamo dire di averlo stravinto.

Cosa ha reso possibile arrivare a livelli così alti: cos’è che ha fatto la differenza nella vostra squadra?

In parte quello che ho anticipato prima, la voglia di rivalsa non solo della dirigenza o dei singoli, ma di tutto il gruppo, anche di chi è entrato solo quest’anno. Tutti si sono impegnati per andare nella stessa direzione dell’obiettivo, che per quelli che erano già con noi precedentemente era quello di vincere dopo la delusione dello scorso anno. Chi è arrivato con umiltà, con spirito di sacrificio e con spirito di squadra si è messo subito a disposizione del mister e di tutti. La chiave del successo è sicuramente il gruppo. La chiave del successo è sicuramente il gruppo, che non è nato quest’anno, ma quattro anni fa. Ci sono dei ragazzi che non avevano mai vinto ed erano assetati di vittoria, come lo eravamo tutti noi dirigenti. Per noi si tratta di una prima vittoria di un campionato FIGC ed è sicuramente un gran traguardo. Impegno, sacrificio, non mollare mai, cercare di imparare dai propri errori ed essere sempre molto molto uniti, sia dentro sia fuori dal campo: ecco la chiave!

Adesso un po’ di meritato riposo e di festa per la vittoria: si pensa già alla prossima stagione in un momento così delicato per il calcio locale?

Adesso sì, un po’ di riposo, ma non troppo. Siamo già al lavoro per preparare la prossima stagione. Il calcio locale è in un momento un po’ delicato per le vicissitudini che si sono susseguite in questi ultimi mesi e non solo. Noi siamo un punto fermo e siamo un orgoglio per il calcio locale. Continueremo a fare quello che abbiamo fatto in questi ultimi anni, con voglia, impegno, dedizione e serietà. Cercando di trasformare anche una terza e seconda categoria in uno sport di squadra professionale. Ci impegniamo tutti, ovviamente con la volontà di vincere, ma soprattutto di mantenere il bel gruppo e di inserire il più possibile giovani del posto. Gente locale, magari che si conosce, che escono insieme, che possono alimentare la squadra nel tempo. Questa è la base ed è l’etica principale della nostra società, che vogliamo portare avanti per il futuro.

Voglio ringraziare, perché sono loro i veri protagonisti di questa vittoria, gli atleti della Maroso Mondolfo, lo staff tecnico e anche tutti quelli che hanno collaborato con noi e ci hanno voluto bene, dai tifosi ad altre società che ci hanno permesso di allenarci nei loro campi e di dare continuità all’attività sportiva. Senza dimenticare gli sponsor, che sono importantissimi.

Grazie a Giovanni Scattolini e in bocca al lupo a tutta la squadra!

Related posts

Leave a Comment