Eventi e Cultura Ultime Notizie 

Incontro con l’autore Raniero Regni e il libro Il limite, per la Giornata mondiale della Terra, con il Circolo Culturale Marotta

Lunedì 22 aprile alle ore 17,00 presso La Sala Convegni della CRI a Marotta Viale Europa 1, in occasione della 55^ GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA MADRE, il Circolo Culturale Marotta insieme a FIDAPA BPW Italy – sezione di Pesaro e al Vela Club Marotta hanno organizzato un incontro pubblico di confronto e partecipazione legato alle problematiche dell’inquinamento ambientale presso la sala della Croce Rossa.

L’evento sarà un convegno con dibattito moderato da Ersilia Riccardi (Presidente Circolo Culturale
Marotta), in cui interverranno Nicola Barbieri (Sindaco di Mondolfo), Lisa Segatori (Presidente
FIDAPA BPW Italy – sezione di Pesaro), Emanuele Tonelli (Presidente Vela Club Marotta),
Pierluigi Palmieri (Direttore rivista Centralmente) e l’autore Raniero Regni, che presenterà il suo
libro “IL LIMITE” dialogando con Filomena Tiritello (Assessore del comune di Mondolfo con
delega ai Lavori Pubblici, Ambiente, Mobilità sostenibile).

Interverrà la Dirigente dell’Istituto Comprensivo Statale “Faà di Bruno” di Marotta Pia Assunta
Palumbo con gli studenti della classe 2D coordinati dalla prof.ssa De Biasi che proporranno uno
speciale contributo volto alla sensibilizzazione e all’informazione attraverso l’uso delle parole e dei
significati condivisi.

Raniero Regni è Professore Ordinario di Pedagogia sociale presso il Dipartimento di Scienze
Umane della LUMSA di Roma, dove insegna anche Pedagogia interculturale e Pedagogia generale
e sociale. È condirettore della rivista “Pedagogia e vita”.

DESCRIZIONE LIBRO “IL LIMITE” di Raniero Regni (Abstract libreria):

Darsi un limite è ciò che distingue la civiltà dalla barbarie. La nostra civiltà, che forse deve ancora
dimostrare di essere tale durando nel tempo, perseguendo uno sviluppo illimitato in un ambiente
naturale finito, ha superato ogni limite. L’impegno per la difesa dell’ambiente e dei beni comuni
(aria, acqua, salute, biodiversità, paesaggio), di una casa comune per gli umani e per gli altri
esseri viventi, ci riguarda tutti.
Le generazioni future hanno il diritto di vivere in un mondo ancora degno della vita.
Dobbiamo cambiare i paradigmi con cui pensiamo e le abitudini con cui viviamo.
Una nuova educazione ecologica, che nutra il nostro amore per la natura, e una nuova coscienza
planetaria, adeguata all’enormità del pericolo, sono priorità ineludibili.

Related posts

Leave a Comment