Politica Ultime Notizie 

Approvata la mozione di Rapa di Romina Pergolesi a sostegno dei giovani medici

Piena soddisfazione del consigliere regionale Boris Rapa (Uniti per le Marche) per l’approvazione della mozione presentata ieri in Consiglio regionale insieme alla collega Romina Pergolesi.

“La mozione ” – ha commentato Rapa – “chiedeva e ha ottenuto un impegno da parte della Giunta per risolvere un problema annoso della nostra Regione. La diffusione del Covid-19 ha messo ancor più in evidenza uno dei problemi cronici del nostro sistema sanitario, la mancanza di personale. Le continue politiche di tagli alla sanità che nell’ultimo decennio hanno portato a un considerevole indebolimento del Servizio Sanitario Nazionale – si parla di circa 37 milioni di euro – non sono più né accertabili né sostenibili. La Regione Marche ne è stata particolarmente colpita se consideriamo che a fronte di una media nazionale di 1,29 borse regionali di specializzazione per 100.000 abitanti, le Marche hanno una media dello 0,46. Se poi a questa situazione aggiungiamo il fatto che per l’anno 2025 è previsto il pensionamento del 60% del personale medico a livello nazionale, capiamo come la situazione può anche peggiorare.

Con l’approvazione della nostra mozione la Regione prende l’impegno di risolvere questo problema attraverso lo stanziamento di un numero adeguato di contratti di formazione che permetterebbe di annullare l’accumolo di giovani medici precari e risolvere la carenza di personale sanitario. Ricordiamo che a fronte di circa 13.000 contratti di formazione specialistica previsti per l’anno 2020 è stimato un numero di candidati al concorso tra 21.000 e 26.000, situazione che perpetuerebbe il cosiddetto imbuto formativo .

Siamo quindi pienamente soddisfatti che la Giunta si sia assunta l’impegno di intraprendere tutte le iniziative al fine di migliorare le opportunità di formazione medica post laurea, stimare in maniera precisa e razionale il fabbisogno di medici specialisti e di medicina generale per una efficace programmazione del sistema sanitario e adeguare le borse regionali di specializzazione della Regione Marche al reale fabbisogno o quantomeno alla media nazionale.”

Related posts

Leave a Comment