Politica Ultime Notizie 

Approvato il testo unico del turismo della Regione Marche

Uno strumento rinnovato per migliorare qualità, accoglienza, favorire la ripresa economica ed il lavoro.

Esprimo grande soddisfazione per l’approvazione in commissione della revisione del Teso Unico del turismo, un atto importante in un momento particolare come quello che stiamo attraversando.

Un rilancio, anche per via normativa, del turismo che ci si augura possa essere un volano per la crisi post covid.

Questa proposta di legge – afferma Boris Rapa relatore di maggioranza – nasce dall’esigenza, segnalata anche dagli Enti locali, dalle imprese e dalle associazioni di categoria, di adeguare l’attuale normativa regionale contenuta nel “Testo Unico per il Turismo” (l.r. 9/2006) alle disposizioni introdotte a livello nazionale ed europeo e alle nuove tendenze del mercato turistico che, più di ogni altro settore, subisce mutamenti e spinte di rinnovamento dettate dalla domanda turistica nazionale ed internazionale.

Innanzitutto, la revisione delle funzioni regionali che vanno ad assorbire e precisare anche alcune funzioni amministrative prima svolte dalle Province e trasferite in esito alla legge regionale 3 aprile 2015, n.13 (Disposizioni per il riordino delle funzioni amministrative esercitate dalle Province). In questo ambito si valorizza e ridefinisce anche la funzione degli uffici di informazione e accoglienza turistica (IAT) che devono diventare spazi dinamici e animati, come vetrina delle eccellenze del territorio, come veri strumenti di marketing.

Nell’ambito della regolamentazione delle strutture ricettive si adegua l’attuale testo di legge con le recenti direttive europee relative ai servizi e si tiene conto dell’evoluzione della domanda turistica degli ultimi anni. In particolare vengono considerati i processi innescati dalla sharing economy, la crescente domanda di qualità nei servizi offerti da parte dei turisti e le nuove forme di turismo che si stanno affacciando nel mercato come il “Garden Sharing”.

Un elemento costante di revisione degli attuali articoli della legge – prosegue il Consigliere Rapa – è quello della semplificazione delle incombenze amministrative in capo ai titolari delle imprese turistiche eliminando alcune comunicazioni o agevolandole attraverso la previsione di piattaforme informatiche dedicate, in un ottica di amministrazione aperta e collaborativa con i cittadini e le imprese.

Si ampliano le forme dei B&B, istituendo le forme imprenditoriali, con possibilità di maggiori posti letto e si istituisce un codice di riconoscimento per contrastare l’abusivismo e garantire la qualità dell’offerta.

Una serie di misure innovative per favorire la competitività del sistema turistico regionale e rendere la Regione Marche una destinazione di eccellenza.

Questo intenso e proficuo lavoro effettuato è stato possibile per la stretta collaborazione con tutte le categorie imprenditoriali e le associazioni, con il loro ascolto, assieme alla commissione consigliare e alla struttura amministrativa regionale e l’assessorato al turismo cui vanno i ringraziamenti per l’ottimo risultato raggiunto.

Tutta questa positiva attività fa da coronamento e mi fa esprimere grande soddisfazione – conclude Rapa – anche a questi 5 anni di legislatura in cui l’Assessorato al turismo ha lavorato bene, progettando ed attuando tante iniziative importanti, come il bando per la riqualificazione strutture ricettive, la promozione ampia ed efficace anche nei maggiori canali televisivi, fino ad arrivare al riconoscimento internazionale ed autorevolissimo della Lonely Planet.

Boris Rapa

Related posts

Leave a Comment