Sport Ultime Notizie 

Marottese Calcio per il sociale nell’incontro dal titolo ““Sport come recupero”


La Marottese Calcio ASD ha incontrato quest’anno nel proprio girone la formazione ASD Il Filo della Gioia composta da ragazzi ospiti di una cooperativa sociale del pesarese che da anni lavora per il recupero di minori italiani e stranieri orfani alcuni dei quali con problemi di giustizia.
Il comportamento di questi ragazzi nel corso del campionato è stato esemplare, all’insegna della correttezza e lealtà nei confronti degli avversari, degli arbitri, dirigenti e accompagnatori. Nonostante i risultati sportivi non positivi, l’atteggiamento è stato sempre positivo e la determinazione non è mai mancata fino all’ultimo minuto di ogni partita.
“Il calcio è socialità, è crescita, è voglia di stare insieme e può rappresentare una vittoria per chi dalla vita è stato sconfitto e cerca riscatto civile e morale. Un pallone serve a riportare serenità e divertimento in ragazzi con evidenti difficoltà.

Da questa premessa nasce l’idea della Marottese Calcio di organizzare il secondo convegno dal titolo “Sport come recupero” per ascoltare la testimonianza dei dirigenti di questa cooperativa sociale, dei ragazzi e di chi dello sport scrive tutti i giorni sui giornali.
L’evento di svolgerà giovedì 4 aprile alle ore 17.30 presso la Sala Convegni della Croce Rossa a Marotta, parteciperanno il Sindaco Nicola Barbieri, la squadra e i dirigenti de Il Filo Della Gioia, il giornalista sportivo del Corriere dello Sport e de Il Resto del Carlino di Rimini Fabrizio Rinelli e tra gli esperti in materia il noto avvocato del foro perugino Nicodemo Gentile, avvocato cassazionista che si occupa prevalentemente di diritto penale.
Nicodemo Gentile da anni è impegnato in vicende di rilevanza nazionale, tra le quali il processo per l’omicidio di Meredith Kercher , quello per Melania Rea e il delitto della contessa dell’Olgiata. In qualità di difensore di parte civile ha celebrato i processi per gli omicidi di Sara Scazzi, dei fidanzati di Pordenone (Trifone e Teresa), di Roberta Ragusa, di Guerrina Piscaglia, alcuni dei quali ancora in corso. E’ inoltre il legale di riferimento di varie comunità e di associazioni impegnate nel sociale. Per Imprimatur ha pubblicato nel 2017 “ Laggiù tra il ferro- storie di vite, storie di reclusi”, un libro speciale, perché è un libro vero ,“ ogni istituto penitenziario è un microcosmo con i suoi riti, le sue gerarchie. Non puoi conoscerlo, e non puoi conoscere chi lo abita, se non entrandoci, passandoci del tempo. Con l’umiltà di ascoltare e l’intelligenza di sospendere i giudizi”.

da Marottese Calcio ASD

Related posts

Leave a Comment