Eventi e Cultura Ultime Notizie 

Franco Malgioglio e il Jam Burrasca lasciano Marotta

L’artista di Cologno Monzese che a Marotta è di casa durante il periodo estivo, ha annunciato l’addio alla cittadina balneare per prendere una decisione irrevocabile. «Il Jam Burrasca è un festival rivolto a condividere la musica dal vivo aiutando chi ha bisogno, con particolare riguardo verso i bambini». Il capogruppo Massimiliano Lucchetti (Pd), ha depositato immediatamente un’interrogazione per chiedere all’Amministrazione se è possibile “sanare” la rottura, consumatasi già la scorsa estate. L’artista lombardo contattato telefonicamente è ancora su tutte le furie: «Sono mortificato, vorrei fosse un arrivederci ma nelle condizioni in cui abbiamo lavorato l’estate scorsa, quando il concerto di Mogol solo all’ultimo è stato promosso e non come avrei desiderato, mi ha costretto a una scelta dolorosa ma inevitabile. Addirittura ho dovuto pagare di tasca mia il maxischermo per la serata dell’11 agosto con un artista internazionale come Mogol. Non ci sono più le condizioni per andare avanti, nel calendario degli eventi il concerto di Mogol non era stato inizialmente inserito». Lucchetti nell’interrogazione espone la preoccupazione degli operatori turistici marottesi: «Grazie alla disponibilità degli artisti, di Jam Burrasca, delle associazioni e dei volontari, il Comune era riuscito ad offrire agli ospiti ed ai visitatori di Marotta concerti ed eventi che hanno coinvolto nomi di spicco nel panorama musicale e di spettacolo. Limitando al minimo per ogni evento le spese organizzative. Nell’ultimo evento di agosto a Marotta – prosegue Lucchetti – che ha visto la partecipazione di artisti importanti quali Mogol, a chiusura del concerto, Franco Malgioglio, presidente della Jam Burrasca, ha palesato la dolorosa scelta di smettere la collaborazione con il Comune di Mondolfo». Motivazioni che appaiono insanabili tanto che Malgioglio ha già avviato contatti con la Proloco di Fano per portare il Jam Burrasca 2019 nella Città della Fortuna. Lucchetti è rammaricato. «Grazie alla collaborazione con Malgioglio il Comune di Mondolfo era stato possibile avviare un percorso che ha portato al conferimento della cittadinanza al cantante Enrico Ruggeri e alla denominazione di Marotta città de “Il mare d’inverno”. E grazie al progetto e alla disponibilità di Ruggeri, si era riusciti ad organizzare un concerto in piazza Kennedy richiamando un pubblico enorme». Al progetto di beneficenza di Malgioglio avevano collaborato le associazioni Malarupta, Maf e Omphalos.

Ja.Zuc.

Related posts

Leave a Comment