Politica Ultime Notizie 

Talè, diventa legge la proposta di utilizzo di prodotti biologici nelle mense convenzionate

Adesso è legge. Tutte le mense pubbliche e delle strutture convenzionate delle Marche dovranno utilizzare nella preparazione dei pasti una quantità minima, pari al 40%, di prodotti biologici. L’Assemblea Legislativa delle Marche, nella seduta di martedì ha approvato all’unanimità il testo redatto dal consigliere Federico Talè volto ad introdurre quest’obbligo normativo. Un testo che aveva già ottenuto il via libera unanime dalla Seconda Commissione ‘Sviluppo economico’ ed era stato valutato positivamente dall’Anci Marche. <Mi fa molto piacere – sottolinea Talè – che questa proposta di legge abbia ottenuto il voto favorevole dell’intero consesso; ringrazio tutti i colleghi e, in particolar modo, il presidente e i componenti della Seconda Commissione all’interno della quale la norma è stata perfezionata. Ritengo che si sia fatto un passo in avanti verso il traguardo di un’alimentazione più attenta e consapevole e che si dia un segnale forte in termini di tutela della salute collettiva e dell’ambiente che ci circonda. E’ anche un cambiamento culturale>. Il consigliere entra nel dettaglio della legge: <La norma riguarda la ristorazione collettiva prescolastica, scolastica, universitaria e delle realtà pubbliche e private convenzionate che forniscono prestazioni sanitarie, sociali e socio sanitarie di tipo residenziale e semi residenziale. Tutti, nella preparazione dei pasti, dovranno impiegare per almeno il 40% del peso complessivo prodotti che provengono da coltivazioni e allevamenti biologici e inviare annualmente (entro il 30 giugno, ndr) alla giunta regionale i dati riguardanti l’utilizzo di tali prodotti nell’anno precedente, specificandone la tipologia, la quantità e l’origine geografica. Ciò, per consentire un monitoraggio sull’effettivo rispetto della legge e assumere informazioni utili a migliorare ulteriormente, nel proseguo, la qualità delle mense>. La finalità è duplice: <Innanzitutto – precisa Federico Talè – quella di elevare gli standard qualitativi della ristorazione collettiva, a salvaguardia degli utenti, che sono i nostri bambini, i giovani, gli anziani e i malati. E, inoltre, incentivare il metodo biologico in ambito agricolo e zootecnico. Sono fiducioso sul fatto che questa misura possa produrre nel tempo effetti positivi per la salute dei marchigiani e avere ricadute positive in termini di tutela ambientale>.

da Ufficio stampa Federico Talè

Related posts

Leave a Comment