Eventi e Cultura 

Festa della Donna 2018, perché si festeggia l’8 marzo

8 marzo, Festa della Donna. Perché si celebra questa giornata? L’idea di istituire una Giornata Internazionale della Donna è del febbraio del 1909. E come spesso accade è un’idea che arriva dagli USA. Il Partito Socialista Americano decise di scegliere un giorno da dedicare alle donne. L’anno seguente in occasione della Conferenza internazionale delle donne socialiste a Copenaghen, Clara Zetkin decise di accogliere questa proposta.

All’inizio ogni paese aveva una sua data, ma in occasione della Seconda conferenza delle donne comuniste di Mosca del 1921 venne proposta un’unica data per le celebrazioni, per ricordare la manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo del 1917. C’è chi dice, invece, che l’8 marzo sia stato scelto per ricordare un terribile fatto accaduto negli Stati Uniti nel 1857: in una fabbrica il proprietario rinchiuse alcune operaie perché non partecipassero a uno sciopero organizzato. A causa di un incendio, le lavoratrici persero la vita lì dentro. Oppure per ricordare 134 donne che persero la vita l’8 marzo del 1911 in un incendio avvenuto in una fabbrica di camicie di New York.

La scelta della mimosa è tutta italiana, invece. Nel 1946 le organizzatrici degli eventi a Roma per la Festa della Donna scelsero un fiore di stagione, da poter comprare a basso costo. La scelta ricadde proprio sulla mimosa.

Qualunque sia l’origine dell’8 marzo, comunque, la Festa della Donna è un giorno importante per ricordarci quanto abbiamo lottato e quanto dovremo ancora lottare per i nostri diritti. In ogni angolo del mondo, affinché non ci siano più disuguaglianze, violenze, abusi, soprusi!

Buona festa della donna a tutte!

Related posts

Leave a Comment