Politica Ultime Notizie 

San Lorenzo, Dellonti: “contributi, riduzioni ed esenzioni per valorizzare il centro storico”

Decoro e valorizzazione del centro storico, contrasto al suo spopolamento, sostegno alle imprese e alle nuove attività. Sono questi i principali obiettivi dei vari provvedimenti voluti fortemente dall’amministrazione comunale che rientrano nel pacchetto progetto “valorizziAMO il centro storico, sosteniAMO l’economia locale”, per il rilancio del cuore del paese, lo sviluppo economico e turistico.
La giunta Dellonti ha provveduto a formulare il nuovo regolamento comunale relativo ai contributi per il restauro delle facciate degli edifici del centro storico del capoluogo e delle frazioni. A breve uscirà il bando. Sono ammessi a contributo a fondo perduto in conto capitale gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione; l’intervento complessivo dovrà riguardare anche la facciata prospiciente la via pubblica. Il contributo varierà dal 10% al 15%, in base al reddito ISEE. L’importo massimo è di 2.500 euro ad intervento. Il regolamento è consultabile nel sito comunale.
Per quanto riguarda l’IMU, invece, si è stabilito che per le abitazioni del centro storico interessate da interventi edilizi di manutenzione straordinaria, ristrutturazione, restauro e risanamento, che prevedano anche la sistemazione delle facciate esterne, l’aliquota sarà notevolmente ridotta, al 6,60, invece di quella base pari al 9,50, per la durata di tre anni dalla data di ultimazione lavori.
Novità molto importante anche per la TOSAP. Non dovranno pagarla, le abitazioni (principali), sempre del centro, che saranno oggetto di interventi edilizi di manutenzione straordinaria, ristrutturazione, restauro e risanamento, prevedendo il recupero della facciata esterna.
Capitolo TARI. Per le nuove attività commerciali ulteriori forti riduzioni. Nel centro storico è prevista una riduzione del 50% della tariffa fissa e variabile, mentre precedentemente, sempre su iniziativa della Giunta Dellonti, era stabilita solo sulla fissa. Inoltre, è stata decisa la riduzione del 25%, sempre della tariffa fissa e variabile, anche per tutte le nuove attività commerciali fuori dal centro.
Infine, in coerenza con l’adesione al “Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo”, l’amministrazione ha deciso un sensibile calo della TARI per bar, caffè, pasticcerie che dimostrino di non aver installato apparecchi per il gioco lecito o che dimostrino di averli rimossi. Infatti, se mentre sino al 2016 la riduzione del 40% riguardava solo la quota fissa della tariffa, da quest’anno la riduzione è pari al 40% sia della fissa che della quota variabile, incrementando notevolmente la riduzione.
“Abbiamo studiato un pacchetto di provvedimenti – sottolineano il sindaco Davide Dellonti e l’assessore Alessandro Fontana – per il rilancio del centro storico, per il sostegno alle imprese e alle nuove attività. Come amministrazione crediamo enormemente nelle potenzialità che ha il cuore del paese, basti pensare all’importante investimento che abbiamo deciso di effettuare per il suo restyling. I lavori che sono in corso, ci restituiranno un centro storico ancor più bello e curato. Crediamo che la valorizzazione di questa zona passi anche per la manutenzione e ristrutturazione di alcune abitazioni. Per questo abbiamo deciso contributi, esenzioni e riduzioni ad hoc. Ciò, conseguentemente, darà lavoro anche alle imprese, mettendo in moto un circuito virtuoso di straordinaria importanza, soprattutto in questo periodo di difficoltà. E per incentivare lo sviluppo economico sono previste agevolazioni anche per chi apre nuove attività e non solo in centro. Valorizziamo il centro economico, sosteniamo l’economia locale: San Lorenzo ci sta a cuore!>

da Comune di San Lorenzo in Campo

 

Related posts

Leave a Comment