Cronaca e Attualità 

Un tavolo di sicurezza balneare a Fano

La stagione estiva 2016 si è contraddistinta per i numerosi interventi in mare da parte degli operatori della sicurezza del nostro litorale. Innanzitutto bisogna ringraziare tutte le organizzazioni e le autorità che hanno lavorato per la sicurezza dei bagnanti. Infatti finora tutti i soccorsi del litorale fanese si sono conclusi in maniera positiva, anche grazie alle operazioni “Mare sicuro”, coordinate dalla Guardia Costiera con l’ausilio delle organizzazioni che operano nel soccorso acquatico.

Bisogna evidenziare anche che durante questa stagione ci siano state numerose giornate di mareggiate, che hanno messo in pericolo molti bagnanti, i quali spesso ignorano i pericoli del mare.

Occorre, come già evidenziato, un coordinamento del servizio di salvataggio. Il mezzo potrebbe essere quello di un tavolo tecnico con il Comune, insieme alle autorità marittime e le organizzazioni di salvamento. L’obiettivo dovrebbe essere appunto quello di mettere tutte le postazioni di salvataggio insieme a tutti gli altri mezzi in un coordinamento sinergico, permettendo di operare con maggiore sicurezza ed efficienza.

Questo tavolo deve essere il primo tassello per far capire anche l’importanza del servizio di salvataggio in una città con una forte vocazione per il turismo balneare. Il servizio di salvataggio deve essere innanzitutto riconosciuto come servizio turistico, a cui i turisti per primi danno una forte importanza. Purtroppo finora la questione non ha trovato terreno fertile nel nostro territorio. Non tanto da darle un coordinamento e un’organizzazione, come già adottato da tanti altri Comuni. Il fine deve essere proprio quello di sensibilizzare società e istituzioni, per arrivare ad un servizio efficiente e di alta professionalità, da cui trarrebbero tutti un enorme vantaggio.

Mattia De Benedittis – Consigliere Comunale “Noi Giovani”

Related posts

Leave a Comment