Politica Ultime Notizie 

Lucchetti risponde alle critiche sulla raccolta rifiuti

image

L’Assessore all’Ambiente Lucchetti risponde alle critiche apparse in questi giorni sull’operato dell’amministrazione nella raccolta rifiuti.

“Gli attacchi sul ruolo che ricopro fanno parte della bagarre politica e sinceramente non gli do troppa importanza, ma quando per colpire la mia figura si vuole screditare tutta la nostra comunità allora non ci sto. Il premio di Legambiente che assegna al comune di Mondolfo il primo posto nelle Marche come miglior indice di buona gestione dei rifiuti urbani, è dei cittadini, non di Lucchetti. I nostri compaesani da quando siamo partiti nel 2013 hanno messo un impegno encomiabile in questo nuovo progetto di raccolta e gestione dei rifiuti che non ha eguali in regione, perché i nostri concittadini hanno una coscienza ambientale fuori dal comune. A dimostrazione di ciò, nonostante il forte carico estivo, che per noi significa il raddoppio dei rifiuti, siamo al primo posto nelle Marche e oltre a noi in classifica per trovare un altro comune costiero bisogna arrivare al settimo posto, proprio perché l’influenza turistica è preponderante e significativa e ciò riconferma lo straordinario lavoro fatto dai nostri cittadini.
L’altra cosa incredibile è che si accusa l’amministrazione di aver dato dei dati camuffati appositamente per raggiungere questo premio. A parte il fatto che, come assessore competente, non partecipo all’attività dell’ufficio che invia i dati a Legambiente o per l’assegnazione delle Bandiera Blu e poi il famoso dato incriminato relativo alla popolazione residente, da un lato aumenta i punti per la produzione pro-capite dei rifiuti e dall’altro riduce i punti per il materiale differenziato. A dimostrazione di ciò, contattato l’ufficio di Legambiente ci ha confermato il primo posto nelle Marche per i comuni sopra i 10 mila abitanti e il primo posto in provincia per la miglior percentuale di raccolta differenziata (premiazione prevista in provincia il 25 Novembre).
Quello che però un po’ mi fa sorridere è che il nostro riferimento in Legambiente ci ha detto che spesso riceve sollecitazioni dai cittadini di tutta Italia per controllare il punteggio e cercare di ottenere un miglior piazzamento in classifica per il proprio comune, ma è la prima volta che un cittadino chiama per declassare il proprio comune, forse anche di questo dovranno tener conto i nostri concittadini in vista della futura tornata elettorale…”

da Lucchetti Massimiliano

Related posts

6 Thoughts to “Lucchetti risponde alle critiche sulla raccolta rifiuti”

  1. Frank

    Lucchetti continua a fare il leccapiedi di Solazzi e andrai lontano….

  2. Giulia

    Premesso che non lecco né piedi né culi, ritengo che la mancanza di onestà intellettuale e la critica ad ogni costo rendano sterile ogni discussione.

  3. Andrea Giombetti

    Personalmente non ho mai rivestito ruoli politici e non ho mai chiamato Legambiente alla ricerca di migliori o peggiori piazzamenti. Rappresento soltanto un comitato che ha a cuore la tutela di ambiente e salute e sono orgoglioso di come molti concittadini si diano da fare per la differenziata. Quando ho visto i dati pubblicati dall’assessore Lucchetti sono però rimasto perplesso e li ho controllati. Ho controllato anche come è calcolato, da Legambiente, l’indice di buona gestione, e come l’incremento della popolazione dovuto al turismo sia già “pesato” in tale indice.
    L’unico modo attraverso il quale il nostro Comune può essere premiato, per l’indice di buona gestione relativo al 2014, è quello di considerare che, al 31.12.2014 (Legambiente chiede i dati relativi a questa data), il Comune di Mondolfo contasse ancora gli abitanti pre-unificazione (che invece è avvenuta parecchi mesi prima). Quindi l’unico modo è considerare solo una parte del Comune. Siccome quello che viene premiato è il “Comune riciclone”, e non il gestore del servizio, ritengo che, per una questione di correttezza, vista l’impossibilità di calcolare adeguatamente il contributo dell’annessa parte di Marotta, il Comune avrebbe dovuto astenersi dal partecipare. Sotto questo profilo la segnalazione del sig. Ceccarelli a Legambiente è corretta.
    Arrivati a questo punto per Legambiente è probabilmente più comodo non sconvolgere le classifiche, ma affermare che quasi 2700 abitanti, che il 31.12.2014 facevano già parte del Comune debbano risultare “estranei al Comune”, mi sembra una barzelletta.

  4. Grullo Parlante

    a me sembra una barzelletta voler stravolgere un risultato chiaro. La classifica è stata assegnata al Comune di Mondolfo tenendo conto della popolazione amministrata ai fini Tari al 31/12/14. Ogni altra illazione è fuori luogo. Fare politica non consiste nello sminuire l’avversario ma nel proporre. Concordo con Giulia.

  5. Andrea Giombetti

    Fabio, lo ripeto:

    1) Il Comune di Mondolfo partecipava al concorso “Ricicloni 2015”.
    Per partecipare occorre che il Comune inoltri un modulo compilato.
    Risultavano 14465 abitanti (abitanti post-unificazione),
    ma il rifiuto di 11801 abitanti (abitanti pre-unificazione).
    Se non ci credi controlla a pag.45:
    http://www.ricicloni.it/assets/files/20/71/comuni-ricicloni-2015.pdf

    2) Attualmente, dopo le obiezioni, sono stati cambiati i dati:
    Mondolfo, a fine 2014, conterebbe 11801 abitanti,
    Fano, a fine 2014, conterebbe 61192 abitanti.
    Cosa vuol dire?
    Che le 2664 persone passate sotto Mondolfo, ed i relativi rifiuti, sono “scomparsi”, sia da Fano che da Mondolfo!

    Riflettici un attimo, e magari vedi che non è questione né di politica né di onestà intellettuale, ma semplicemente di chiarezza.

  6. Grullo Parlante

    la Politica, quella con la “P” maiuscola ha orizzonti ben più ampi, purtroppo ognuno la vede in base al proprio campo visivo.

Leave a Comment