Cronaca e Attualità Ultime Notizie 

L’opportunità dei fondi europei

commissione_europea_bruxelles1

I bandi europeri sono una risorsa importante per lo sviluppo economico ed occupazionale molte istituzioni locali stanno cercando di creare le condizioni per poter accedere a questa forma di finanziamento.
L’UE fornisce finanziamenti per un’ampia gamma di progetti e programmi nei settori più diversi, sviluppo urbano e regionale; occupazione e inclusione sociale; agricoltura e sviluppo rurale; politiche marittime e della pesca; ricerca e innovazione, aiuti umanitari.
I fondi sono gestiti seguendo norme rigorose per assicurare che il loro utilizzo sia sottoposto a uno stretto controllo e che siano spesi in modo trasparente e responsabile.
In ultima istanza, la responsabilità politica per il corretto utilizzo dei finanziamenti dell’UE ricade sul collegio dei 28 commissari europei. Tuttavia, poiché la maggior parte dei finanziamenti è gestita nei paesi beneficiari, spetta ai governi nazionali effettuare controlli e audit annuali.

A fano è stato istituito un ufficio chiamato “UFFICIO EUROPA” e sarà un punto di riferimento sia per i privati che per il territorio circostante. Un risultato che permetterà di progettare anche insieme ad altri Comuni e con le realtà pubbliche e private del nostro territorio e non solo.
Ufficio Europa significa poter stanziare fondi fuori dal Patto di stabilità.
Nei fondi europei verrà premiata la progettazione, ergo sarà importante costruire una rete di progetti col territorio per poter sfruttare le tante possibilità che offrono i fondi, sia diretti che indiretti.
Significa anche entrare in contatto con mondi dai quali finora siamo rimasti fuori. A partire dalla Macroregione Adriatico-Ionica e da tutte le possibilità progettuali e di interscambio che essa offre.
Significa entrare in contatto col territorio che ci circonda e uscire una volta per tutte dall’isolamento a cui siamo stati abituati in dieci anni di centrodestra. Significa collaborare con le altre regioni ed altri paesi nell’ottica della cooperazione comunitaria e macroregionale.

Related posts

Leave a Comment