Sport 

Dorica Torrette – Marotta 1 – 1

deangelis-messicano

Se la partita fosse durata un minuto di meno, saremmo qui a scrivere di quella che, probabilmente, è la più bella partita del Marotta degli ultimi anni. Invece quel maledetto gol di Rossi allo scadere ci toglie quei due punti in più che, per come si è svolta la partita, erano più che meritati. Nella lunga lista di luoghi comuni che dominano nel calcio, quello che dice che se si sbagliano troppi gol poi la partita si butta via stavolta è veramente azzeccato. Dal gol di Messina in poi in campo c’era solo una squadra, che però per poca precisione non è riuscita a chiudere il match. Rimane però, e questo non può togliercela nessuno, la convinzione che se si gioca così possiamo dire la nostra contro qualsiasi squadra, cresceremo e sicuramente la fortuna girerà anche dalla nostra parte.

Mister Ceccarani schiera la formazione che ha conquistato i tre punti contro la Belvederese con davanti la coppia Messina – El Kheir. Già al 7° Pacenti s’invola sulla destra, sul suo cross si avventa Messina, ma il suo destro viene fermato con un miracolo dal giovane portiere di casa. Il Dorica risponde subito con Sampaolesi che dal vertice destro dell’area fa partire un destro violentissimo, ma Cavalletti dice no. Al 13° ci prova El Kheir da fuori ma il suo tiro finisce alto. Al 26° Pucci liscia il pallone, Messina s’invola verso il fondo, fa partire un cross che però nessun rossoblu riesce a ribadire in rete. Al 46° ci prova sempre Sampaolesi, ma anche stavolta Cavalletti si supera e devia in angolo.

Nella ripresa arriva il gol che sblocca il match: De Angelis spizza un pallone di testa per Pacenti che con un gran tocco di destro lancia Messina in area. Il bomber rossoblu a tu per tu con Ferrucci non sbaglia e realizza il gol dell’1 a 0. I padroni di casa accusano il colpo in maniera evidente e i rossoblu sfiorano subito il raddoppio al 13° quando in una mischia furibonda ne Messina ne Ruggeri trovano la deviazione vincente. Al 27° gran contropiede rossoblu, ma El Kheir viene fermato dal guardalinee per un millimetrico fuorigioco. Il Dorica non è assolutamente in grado di rispondere e per fermare i giocatori marottesi spesso usano le maniere forti, soprattutto con De Angelis che viene sistematicamente atterrato (anche perché è l’unico modo di fermarlo). Dopo una bella parata di Cavalletti su un destro velenoso di Galeazzi al 40°, nei 5 minuti successivi il Marotta riesce a divorarsi almeno tre palle gol clamorose, una con Messina e due con Beretta che si vede respingere un tiro a botta sicura sulla linea. A furia de magnà i gol, arriva il fatidico 94° quando su un cross alla disperata si avventa Rossi sul pallone e anticipa Cavalletti. Un gol beffa che rovina il pomeriggio rossoblu.

Sabato prossimo arriva al “Comunale” il Barbara, forte delle quattro pappine rifilate al Marina oggi. Una squadra che sta facendo un gran campionato e che gioca un buon calcio, speriamo di ripetere una prestazione come quella di oggi perché se il Marotta gioca così se la può giocare alla pari con tutti… e poi la fortuna girerà prima o poi…

Anche da Torrette di Ancona… sempre forza Marotta!

PAGELLE

Cavalletti 7 Puntuale. Nelle poche occasioni in cui è stato chiamato in causa risponde come al solito alla grande.

Alessandrini 7 Pugile. Gioca gli ultimi minuti con i tamponi nel naso, come un pugile suonato, a causa di una gomitata di uno scorrettissimo giocatore avversario. Dalla sua parte non si passa.

Pompei 7 Gladiatore. Prestazione maiuscola anche perché lì davanti gli avversari erano particolarmente pericolosi.

Ruggeri 7 Granitico. Insuperabile di testa, velocissimo negli anticipi, non lascia niente agli attaccanti del Dorica. Sfiora il gol in un paio di occasioni.

Zonga 6,5 Ciuffo ribelle. Ma uno con un gatto in testa… può scendere in campo?

Pacenti 6,5 Assist man. Nel primo tempo non si vede mai, però nell’azione del gol confeziona un assist con il contagiri per Messina.

De Angelis 8 Messicano. Nei primi minuti soffre i centrocampisti anconetani, poi una volta prese le misure gioca da Dio. Incontenibile, viene fermato solo con le maniere forti dagli avversari. Al 33° salta un uomo, tunnel al secondo e veronica per liberarsi di altri due, viene steso da Zoli, fallo di frustrazione. Stellare!

Beretta 6,5 Che peccato. Nel primo tempo non riesce a venire fuori, nella ripresa invece ci mette del suo nel forcing rossoblu. Peccato che non riesca a realizzare la rete che avrebbe ammazzato la partita.

Bastianoni 8 Edgard Davids. Partita mostruosa del regista pesarese. Aggressivo già nei primi minuti, recupera decine di palloni dimostrando una condizione fisica invidiabile. Al 90° saltava gli avversari come birilli. Grandissima partita, un centrocampista così non ce l’ha nessuna squadra.

El Kheir 6 Lottatore. Gioca benissimo all’inizio, poi si spegne con il passare del tempo. Combatte più del solito e questo è un bel segnale per il futuro (Speriamo!).

Messina 7,5 Dieci e lode. Segna, recupera, salva in area e riparte in contropiede. Questa stagione il miglior Messina mai visto in campo. Realizza la sua decima rete in dieci partite… co volèt de più?

Tifosi rossoblu 9 Scomunicati. Grandissima presenza rossoblu in quel di Torrette, al gol del pareggio volano tante di quelle parolacce che potrebbero valere per una scomunica Papale. Ci avevano fatto tutti la bocca buona.

Nando 7 Pendolino Cafù. Va su e giù per la tribuna manco fosse il Cafù dei bei tempi. Praticamente segue Beretta per tutta la fascia per 45 minuti.

Mister Ceccarani 9 Complimenti. Una squadra così è da applausi.

Dorica: Ferrucci, Domenichelli, Zoli, Gramacci, Rossi, Pucci, Sampaolesi(28°st Galeazzi), Petitti, Mossotti, Aquilanti, Borioni(28°st Pallavicini). All.Lombardi.
Marotta:Cavalletti, Alessandrini, Zonga, Bastianoni, Ruggieri, Pompei, El Kheir(40°st Girolametti), De Angelis(45°st Pantaleoni), Beretta, Messina, Pacenti. All.Ceccarani.
Arbitro: Sig. Pizzichini di Macerata.
Note. Reti: 9°st Messina, 49°st Rossi. Ammoniti: Ruggeri, Zoli, Rossi, Mossotti.

Related posts

Leave a Comment