Cronaca e Attualità 

Fermato nomade al bancoposta dopo un furto

postamat

E’ stato fermato durante un normale servizio di perlustrazione in orario notturno, i carabinieri di Marotta hanno notato un’auto con i fari accesi con due persone a bordo in attesa di un terzo che stava affaccendandosi nello sportello bancoposta di Via Genova a  Marotta.
Insospettiti, i militari si sono avvicinati ai tre per effettuare un controllo. Alla vista dei lampeggianti l’autovettura è scappata e l’uomo davanti al bancomat ha gettato repentinamente la tessera bancomat che teneva in mano.
Bloccato quest’ultimo, a fronte di dichiarazioni assolutamente inverosimili, è stato condotto in caserma. Nel frattempo è stata rinvenuta la tessera bancomat risultata oggetto di furto. Il proprietario è stato rintracciato all’interno di un locale notturno, assolutamente ignaro del fatto che avesse subito un furto.
Infatti, dopo l’annuncio del deejay di accomodarsi all’ingresso, la vittima, un uomo di 42 anni di San Costanzo, con stupore ha appreso dai militari che l’autovettura di sua proprietà parcheggiata all’esterno era stata forzata.
Dopo una rapida verifica si è scoperto che effettivamente il portafoglio e l’intero contenuto era stato rubato dall’autovettura, compresa la tessera bancomat. C.L. 27enne, nomade, di professione giostraio, è stato dichiarato in arresto e trattenuto in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto e condannato l’uomo a 5 mesi di carcere. Indagini i corso per identificare e catturare i due fuggitivi.

da Il Resto del Carlino

Related posts

Leave a Comment